ItalianEnglishGermanFrenchSpanishDutchPortugueseHebrewRussianChinese (Simplified)Arabic
ItalianEnglishGermanFrenchSpanishDutchPortugueseHebrewRussianChinese (Simplified)Arabic

Ingente traffico di stupefacenti in Toscana

Due donne fermate a Livorno – Le indagini in pieno sviluppo

Ingente traffico di stupefacenti in Toscana

Data di pubblicazione:

16 Giugno 1951

Titolo:

Ingente traffico di stupefacenti in Toscana

Testata giornalistica:

NUOVA STAMPA SERA

TAG 🏷️

Livorno, venerdì sera.

È tuttora in sviluppo il lavoro d’indagine e di accertamento che da oltre un mese il nucleo tributarlo della nostra città sta svolgendo allo scopo di accertare le responsabilità intorno a un traffico di stupefacenti che, secondo le informazioni, da parecchio tempo si svolgeva su vasta scala nella zona di giurisdizione del circolo stesso con provenienza, sembra, dal confine elvetico.

Erano state attentamente sorvegliate due donne, certe Orlandi Erina di 30 anni e Franchini Virginia di 60 anni.

Era a conoscenza degli operanti che ambedue le sorvegliate erano dedite all’uso di stupefacenti.

Finalmente, l’altra sera alle 2, venivano fermate a trattenute in guardina.

Ma lì le loro escandescenze rendevano necessario l’intervento del sanitario, il quale disponeva per l’invio all’ospedale e successivamente al frenocomio di Volterra.

Col fermo delle due donne la Tributaria confermava i suoi sospetti, che investono specialmente una delle più note farmacie cittadine.

Anche nel ceto medico le Indagini si accentuavano tanto dalla tributaria che dalla squadra mobile, che iniziavano un lavoro in pieno accordo.

Le indagini sono ancora in sviluppo e si allargano non soltanto negli ambienti cittadini; ma nelle zone di provincia e in altre città della Toscana e del nord.

Ingente traffico di stupefacenti in Toscana
Altri ““, “

ItalianEnglishGermanFrenchSpanishDutchPortugueseHebrewRussianChinese (Simplified)Arabic

Sito creato e sviluppato a fini divulgativi, senza alcun scopo di lucro.
Se dovessi riscontrare inesattezze o violazioni di copyright, ti preghiamo di segnalarlo via mail: info@manicomiodivolterra.it