Spacciatori di morfina scoperti a Livorno

Spacciatori di morfina scoperti a Livorno

Spacciatori di morfina scoperti a Livorno



Due donne vittime della droga ricoverate al frenocomio

Livorno, giovedì sera.

La caccia al morfinomani ed ai somministratori della «droga» si accentua sempre più nella nostra città.

Le due morfinomani che la polizia rintracciò l’altra sera, Bruna Passi e Anna Ignudi, dopo una permanenza di poche ore all’ospedale, sono state, anche loro, trasportate al frenocomio di Volterra.

Durante la sua permanenza in Questura e successivamente all’ospedale, la Fassi è apparsa assai abbattuta.

Di quando in quando si lamentava di dolori agli occhi, strette al cuore da toglierle quasi il respiro; Invece la Ignudi si è mantenuta piuttosto agitata e, talvolta, nella sosta all’ospedale, ha avuto degli scatti furiosi che si concludevano In grida e in pianto.

La Polizia e la Finanza continuano a mantenere sulla faccenda il riserbo, non escludendo che vi possano essere altri fermi di spacciatori di stupefacenti e di vittime della micidiale droga.

Si è intanto appreso che tanto il Comando della Finanza, quanto la Polizia hanno concordato eccezionali misure di vigilanza e che tengono sotto controllo alcuni individui sospetti, dei quali però, fino a questo momento non è stato operato il fermo.

Si esercita su queste persone, abbiamo detto, una stretta sorveglianza, ma non si agisce pel fatto che un intervento intempestivo potrebbe danneggiare il corso delle indagini.


Sito creato e sviluppato a fini divulgativi, senza alcun scopo di lucro.
Se dovessi riscontrare inesattezze o violazioni di copyright, ti preghiamo di segnalarlo via mail: info@manicomiodivolterra.it