Ricondotto a Volterra un evaso dal manicomio

01 . 04 . 1959

Ricondotto a Volterra un evaso dal manicomio

Ricondotto a Volterra un evaso dal manicomio

Era arrivato a Milano con l’«autostop»

Un giovanotto si é presentato ieri sera alle 21.30 al brigadiere Comincini del Commissariato Città degli Studi dicendo:

«C’é da basso mio fratello Achille Ferrari, di 21 anni, abitante in via Botticelli 2, fuggito dal manicomio criminale di Volterra. Le spiacerebbe darmi due guardie per accompagnarlo a casa, poiché mio padre non gli vuole aprire?».

Sentito il discorso il sottufficiale ha invitato il giovane a far salire il fratello: accertato quindi che Achille Ferrari si era realmente allontanato il giorno di Pasqua dal manicomio, lo «fermava» e lo faceva accompagnare in Questura da dove oggi sarà tradotto a Volterra.

Achille Ferrari ha detto di essere giunto a Milano con l ‘«autostop» per passare le feste in famiglia.

Corriere della sera, 1 aprile 1959


ARTICOLI CORRELATI

    Sito creato e sviluppato a fini divulgativi, senza alcun scopo di lucro.
    Se dovessi riscontrare inesattezze o violazioni di copyright, ti preghiamo di segnalarlo via mail: info@manicomiodivolterra.it