Padiglione Zacchia


Costruzione terminata nel 1911, il padiglione fu adibito negli anni ’50 ad “osservazione maschile”.

Nei successivi anni furono apportate notevoli migliorie, tra qui la dotazione del primo ascensore di tutto il complesso manicomiale.

Il padiglione Zacchia, all’inizio degli anni ’90 fu convertito da struttura per assistenza psichiatrica a ricovero per i degenti rimasti a Volterra a seguito del processo di chiusura dei manicomi, a seguito della legge 180 (Basaglia).

Acquisendo il nome di “Casa Albergo”

Sezione in allestimento, se vuoi contribuire, puoi inviarci il tuo materiale a info@manicomiodivolterra.it, grazie.

Sito creato e sviluppato a fini divulgativi, senza alcun scopo di lucro.
Se dovessi riscontrare inesattezze o violazioni di copyright, ti preghiamo di segnalarlo via mail: info@manicomiodivolterra.it