ItalianEnglishGermanFrenchSpanishDutchPortugueseHebrewRussianChinese (Simplified)Arabic

Padiglione Scabia

già Krafft-Ebing

Padiglione Scabia
  1. Data di costruzione:
    1898
  2. Anno di abbandono:
    anni 90
  3. Funzione:

    molteplici

  4. Utilizzo attuale:
    Abbandonato
  5. Luogo:
    Volterra
  6. Altri nomi:
    Krafft-Ebing
  7. Stato di conservazione:
    medio
  8. Numero di piani:
    3
TAG

Il padiglione Scabia è stato il primo ad essere edificato nell’area manicomiale di Volterra.

A seguito di una buona gestione dei primi introiti, fu possibile costruire il primo padiglione senza ricorrere a prestiti di alcun tipo.

Il giorno 7 Luglio 1896, viene inaugurato il padiglione “Krafft-Ebing”, questo padiglione era conosciuto come padiglione “dell’orologio”, perché sul tetto, all’angolo sudoccidentale, recava un enorme orologio visibile da buona distanza.

Il vasto padiglione edificato ex novo prevedeva oltre 200 posti letto, sale di soggiorno, refettorio e locali di servizio.

Edificato di fronte all’ex convento nel bosco, detto dei frati.

Nel preparare l’area edificabile furono, purtroppo, abbattuti i giganteschi lecci secolari che ornavano il luogo.

Nel 1958 vi fu un’importante ristrutturazione, tra cui la ricostruzione dei servizi igenici.

Nel 1959 fu ricostruito l’impianto di riscaldamento.

Padiglione Scabia
Pazienti presso il padiglione Krafft-Ebing

Al fine di collocare il reparto nel nuovo percorso assistenziale, suggerito dalle recenti linee terapeutiche, avvengono importanti lavori di ristrutturazione, tra cui l’aggiunta di un piano.

Il 21 ottobre 1973 avvenne la sua inaugurazione

La nuova struttura venne intitolata al dottor Luigi Scabia, passando così da padiglione Krafft-Ebing a padiglione Scabia.

Nella stessa operazione fu effettuata anche la sopraelevazione di un piano.

Padiglione Scabia
Padiglione Scabia – © Rodolfo Tagliaferri

Ha avuto diverse destinazioni d’utilizzo ed è andato in disuso solo nella seconda metà degli anni 90.

Attualmente è in stato di abbandono.

Sito creato e sviluppato a fini divulgativi, senza alcun scopo di lucro.
Se dovessi riscontrare inesattezze o violazioni di copyright, ti preghiamo di segnalarlo via mail: info@manicomiodivolterra.it