ItalianEnglishGermanFrenchSpanishDutchPortugueseHebrewRussianChinese (Simplified)Arabic

Maria Chiara Marino – ”Il viaggiatore astrale”

  • Autore
Maria Chiara Marino - ''Il viaggiatore astrale''
  • Titolo:
  • Autore:
    Maria Chiara Marino

Mi chiamo Maria Chiara Marino, sono nata a Pontedera e ho vissuto la maggior parte della mia adolescenza a Pisa, dove mi sono diplomata in Pittura all’Istituto d’Arte Franco Russoli.

Uscita dalle superiori ho deciso di approfondire i miei studi artistici iscrivendomi all’Accademia di Belle Arti di Carrara, in cui attualmente sto terminando il mio percorso Triennale in Pittura.

Avendo affrontato alcuni anni di depressione, mi sono sempre interessata alla sensibilizzazione e alla conoscenza del disagio psichico, troppo spesso stigmatizzato, deriso o evitato, ancora oggi.

Maria Chiara Marino

Ho scelto di parlare del disturbo di cui ho sofferto, perché credo che il silenzio contribuisca solo ad ingigantire questi problemi, rendendoli quasi impossibili da affrontare.

Per questi motivi con il tempo mi sono avvicinata alla figura di Fernando Nannetti e alla storia di Volterra, imprescindibile da quella manicomiale.

Maria Chiara Marino - ''Il viaggiatore astrale''
”Il viaggiatore astrale” – Maria Chiara Marino – Olio, terra su tela 50x70cm

La mia ricerca artistica ruota attorno al ricordo e a quella che è stata la storia del manicomio e dei suoi protagonisti, per la maggior parte sconosciuti, contenuti in cartelle cliniche.

I miei progetti artistici sono in diverse tecniche.

Maria Chiara Marino

Sperimentando mi sono resa conto che l’ utilizzo di terra o cenere – materiali poveri – lavorati in modo da ottenere un pigmento più o meno adatto alla pittura, sono strumenti che meglio di tutti riescono a rendere il senso dell’ evanescenza dei ricordi.  

Maria Chiara Marino

Il quadro è un omaggio a Fernando Nannetti e al suo viaggio senza tempo.
I ritratti sono stati riportati su tela tramite l’ ausilio di uno stencil precedentemente preparato.

Maria Chiara Marino

Per la colorazione dei volti è stata utilizzata della terra grezza essiccata al sole, polverizzata con una pietra e lavorata con spatola e olio di lino.

Maria Chiara Marino

Il composto ottenuto è stato schiarito con il bianco di zinco, per ricavare sfumature di colore più chiaro.

Maria Chiara Marino


  • Autore
    Maria Chiara Marino

Sito creato e sviluppato a fini divulgativi, senza alcun scopo di lucro.
Se dovessi riscontrare inesattezze o violazioni di copyright, ti preghiamo di segnalarlo via mail: info@manicomiodivolterra.it