Infermieri condannati per la morte di un pazzo — Manicomio di Volterra

Infermieri condannati per la morte di un pazzo

infermieri condannati per la morte di un pazzo

infermieri condannati per la morte di un pazzo

Pisa, 30 giugno, notte

Dopo cinque giornate di udienze è terminato stasera alla Corte di Assise il processo contro Carino Mancini e Virgilio Rossi, infermieri del Manicomio di Volterra, accusati di omicidio a danno del ricoverato Attilio Acconci, deceduto nel Gennaio di quest’anno nell’infermeria del Manicomio stesso in seguito a sevizie.

Secondo l’atto di accusa, essendosi l’Acconci rifiutato di alzarsi da letto, la mattina del 22 Gennaio gli infermieri lo avrebbero tratto giù a viva forza e colpito brutalmente con pugni e calci, tanto da procuragli gravissime lesioni interne che avrebbero provocato la sua morte.

Un terzo accusato, l’infermiere Mario Rossi, era stato assolto per insufficienza di prove durante l’ istruttoria.

La madre ed il fratello dell’Acconci si erano costituiti parte civile.

I giurati col loro verdetto hanno ritenuto il Mancini esecutore materiale del delitto e il Virgilio Rossi complice non necessario, concedendo le attenuanti generiche.

Il Presidente condanna il Mancini ad anni 8 e mesi 4 di reclusione e il Virgilio Rossi ad anni 4 e mesi 2.

Corriere della sera, 1 luglio 1923


Articoli correlati

Sito creato e sviluppato a fini divulgativi, senza alcun scopo di lucro.
Se dovessi riscontrare inesattezze o violazioni di copyright, ti preghiamo di segnalarlo via mail: info@manicomiodivolterra.it